Portiamo la voce dei nostri figli nei tribunali!

Diversi padri hanno deciso di fare una forma di protesta, portata direttamente dentro i tribunali. L'idea è quella di far conoscere il regolamento di Brindisi e al tempo stesso portare il disagio dei figli, direttamente agli "addetti ai lavori".
Ogni tribunale ha diverse bacheche interne per vari avvisi. L'idea è di sfruttarle ed appendere lì direttamente e in modo coordinato il regolamento di Brindisi + un volantino che attiri l'attenzione.
Probabilmente per alcune bacheche, è necessaria l'autorizzazione del Presidente del tribunale. Quindi è necessario che ognuno prima si informi. La richiesta di affissione dovrebbe essere fatta in segreteria e già la richiesta può essere un piccolo successo, arrivando a far leggere al Presidente il documento (visto che prina di autorizzare o dare il diniego, deve leggerlo).

I volantini sono 3, ma ne va appeso 1 + il regolamento.
Perchè 3 volantini? per il semplice fatto che alcuni padri hanno voluto un volantino più diretto che presentasse esplecitamente "padre", mentre altri un più generico "genitori". leggeteveli e scegliete quel che più vi rappresenta.

Basta andare un giorno al tribunale della vostra città e mettere i volantini in tutte le bacheche pubbliche (dietro richiesta/domanda se necessaria). I giorni scelti per il P-Day (papà day :-P) sono tra il 29 Maggio e 1 Giugno (uno di quei giorni).

Servirebbe sapere:
1) chi può partecipare e su che Tribunale
2) eventuale esito negativo (divieto di affissione e motivazione)

E' importante sapere l'esito e le eventuali motivazioni di diniego. Quindi possibilmente, richieste SCRITTE e risposte SCRITTE. Dev'essere chiaro quali sono i Tribunali che censurano (vietano l'affissione in bacheca) e le motivazioni. Se partecipiamo numerosi, potremmo avere una piccola mappa su cui magari fare articoli per la stampa.

In allegato trovare i volantini e il regolamento da appendere